L'Associazione | Il Consultorio | Spazio Giovani | Chi siamo | Mappa sito

collegamento a facebook
logo del centro george sand

: : : : > sei in ... Spazio Giovani > Il mio corpo > Sessualità > Vocabolario

contattaci psicologa, ginecologa, altro

Spazio Giovani

FAQ

COSA NE PENSI

LINK UTILI

VOCABOLARIO SULLA SESSUALITA'

A B C D E F G H I K L M N O P R S T U V Z


A
Aborto: interruzione della gravidanza che si verifica entro i primi 3 mesi dalla data dell’ultima mestruazione. Può essere spontaneo o indotto volontariamente.
Afrodisia: eccitazione sessuale morbosa. Erotismo esagerato. statua 'amore e psiche' di Canova
Afrodisiaci: tutte le sostanze che stimolano e provocano desiderio e eccitazione sessuale
Afrodisiaco: sostanza ritenuta capace di accrescere lo stimolo e la potenza sessuale. Si tratta per lo più di un fenomeno di suggestione, dato che dal punto di vista farmacologico non è provata l’efficacia per nessuno dei prodotti venduti come afrodisiaci. Il miglior afrodisiaco sembra rimanere l’essere innamorati e avere un partner attraente! Albuginea: involucro di tessuto connettivo fibroso che riveste i corpi cavernosi e il testicolo.
Alcool: è credenza diffusa, ma errata, che il ricorso a sostanze alcoliche migliori le prestazioni sessuali. Questo non è vero perché in realtà l’alcol, assunto per lunghi periodi, abbassa la quantità degli ormoni nel sangue (il testosterone nell'uomo, gli estrogeni nella donna). Tale credenza popolare è probabilmente legata al fatto che una modica quantità può avere effetti disibinitori; superata la quantità di alcool attiva in questo senso, esso provoca una riduzione della libido, danneggiando, specialmente nei maschi, la reattività sessuale. Anche per questo l'abuso di sostanze alcoliche è spesso associato a disfunzioni sessuali.
Amenorrea: assenza di mestruazioni, nel periodo tra la pubertà e la menopausa: fisiologica se accade durante la gravidanza e l'allattamento, patologica se dovuta ad altre cause.
Amore ablativo: forma di amore caratterizzata da un eccessivo annullamento di se stessi a scopo di donazione e servizio per il bene altrui.
Amore platonico: forma di amore puramente spirituale e asessuale per una persona di sesso opposto. Termine derivante dal filosofo greco Platone.
Amore possessivo: amore infantile ed egocentrico. Può persistere come amore esclusivo per tutta la vita come bisogno di attaccamento ad una persona per trarne beneficio, sicurezza, godimento.
Amore sessuale: manifestazione corporea di affetto e di attaccamento reciproco tra due individui. 'l'amplesso - 1989'scultura moderna stilizzata di 2 amanti abbracciati
Amplesso: termine utilizzato dalla sessuologia per indicare l’atto sessuale. Letteralmente significa abbraccio.
Anafrodisia: mancanza congenita o acquisita del desiderio sessuale e impossibilità di ottenere l’orgasmo durante il rapporto pur avendone desiderio. Le cause possono essere soprattutto psicologiche. Può trattarsi di una condizione sia temporanea che permanente. Da non confondere con la frigidità.
Anafrodisiaco: sostanza che inibisce il desiderio sessuale.
Analisi del seme: meglio definita come spermiogramma, consiste nell’analisi microscopica del liquido seminale che determina il numero per centimetro cubo, la forma, le dimensioni e la capacità di movimento degli spermatozoi.
Androgeni: ormoni sessuali maschili che controllano lo sviluppo e la funzioni degli organi sessuali. I più importanti sono il testosterone, il diidrotestosterone (DHT), l’androsterone e l’androstenedione.
Androgino: individuo che ha contemporaneamente le caratteristiche dell’uno e dell’altro sesso. Con tale termine si indica spesso una donna con aspetto, voce e modi tipicamente maschili, oppure un uomo che assomigli o agisca come una donna.
Andrologo: specialista in andrologia.
Andropausa: termine usato in maniera impropria ad indicare un corrispettivo della menopausa e in particolare il climaterio. In realtà si può avere una riduzione della produzione del testosterone maschile ma a differenza della donna, l’uomo mantiene la propria capacità riproduttiva. Più propriamente di parla di PADAM (Partial Androgen Deficiency of Aging Male) o ADAM (Androgen Deficiency of Aging Male).
Anedonia: assenza di ogni sensazione del piacere. Spesso è un sintomo prodromico di depressione.
Anestesia sessuale: incapacità ad eccitarsi di fronte a stimoli sia fisici che psichici validi per quella persona, nel suo contesto e nella sua cultura.
Anilingus: pratica sessuale che consiste nella stimolazione orale dell’ano. Dal latino anus (=ano) e lingere (=leccare).
Anorchia: mancanza di testicoli con assenza di sviluppo dei caratteri sessuali secondari.
Anorgasmia: disturbo sessuale caratterizzato da mancanza di orgasmo. Presente soprattutto nelle donne, le quali pur provando desiderio sessuale ed eccitamento, non riescono a raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale. Le cause sono soprattutto psicologiche.
Ansia da prestazione: condizione di tensione psichica e di agitazione presente in un individuo al momento dell’atto sessuale, dettata dalla paura di non riuscire a portare a termine in modo soddisfacente il rapporto sessuale.
Ansia anticipatoria: condizione di tensione psichica e di agitazione presente in un individuo giorni od ore o comunque prima di un atto sessuale, dettata dalla paura di non riuscire a portare a termine in modo soddisfacente il rapporto sessuale.
Anticoncezionali (contraccettivi o antifecondativi): Tecniche di diversa natura mirate ad evitare la fecondazione. Si é soliti classificarli in metodi naturali (Ogino-Knaus o astinenza periodica, temperatura basale, Billings o del muco cervicale), che non garantiscono l’efficacia; metodi di barriera (condom o preservativo maschile, diaframma, spirale o IUD, tamponi), metodi chimici (creme, spray, candelette, lavande, compresse, gelatine, preservativo solubile) e metodi ormonali (pillola estroprogestinica, sequenziale, trifasica, postcoitale, mensile, minipillola progestinica). Tra i metodi naturali viene erroneamente considerato anche il coito interrotto, che in realtà non rappresenta un metodo contraccettivo efficace.
Aspermia: mancata emissione di liquido seminale durante l’orgasmo maschile.
Astenospermia: termine che si riferisce ad una minore mobilità degli spermatozoi che risulta spesso in infertilità.
Autoerotismo: Comportamento erotico rivolto su se stessi, finalizzato alla ricerca del piacere senza ricorrere al rapporto sessuale con altri.
Azoospermia: assenza di spermatozoi nell’eiaculato.
B
Bisessuale: individuo (maschio o femmina) che trae soddisfazione sessuale da rapporti con persone di entrambi i sessi.
Bondage: insieme di attività sessuali basate sulle costrizioni fisiche realizzate con legature, corsetti, cappucci, bavagli o più in generale sull’impedimento consenziente alla libertà fisica, di muoversi, di vedere, di parlare, di sentire.
C
Candida albicans: parassita appartenente alla famiglia dei miceti (funghi), normalmente presente sulla cute, a livello della mucosa intestinale e nel microambiente vaginale che in condizioni particolari di deficit immunitario può provocare gravi infezioni (Candidosi), principalmente a livello genitale sia nell’uomo che nella donna (uretriti, prostatiti, vulvo-vaginiti).
Caratteri sessuali: insieme di caratteristiche fisiche e psichiche che differenziano i maschi dalle femmine. Si distinguono in primari (quelli che servono alla procreazione come le ghiandole genitali e gli organi della riproduzione) e secondari (es. peli e voce profonda nell’uomo e seni e fianchi larghi nella donna).
Castrare: asportare i testicoli di un maschio o le ovaie di una femmina.
Ciclo mestruale o ovarico: Periodo intercorrente dal primo giorno della mestruazione al giorno precedente la mestruazione successiva, caratterizzato da modificazioni degli organi genitali che si verificano a causa delle differenze nella secrezione ormonale. Molto schematicamente, si può dividere in una prima fase (follicolare) caratterizzata dalla secrezione di estrogeni che conducono alla maturazione della cellula uovo e all’ovulazione, e da una seconda fase (luteinica), che si verifica dopo l’ovulazione e nella quale oltre agli estrogeni viene secreto anche il progesterone, per preparare la donna ad un’eventuale gravidanza. Il ciclo, la cui lunghezza varia dai ventuno ai quaranta giorni (la media è di ventotto giorni) si instaura con la prima mestruazione (menarca) che si verifica nella pubertà e cessa con la menopausa.
Circoncisione: asportazione chirurgica del prepuzio, ossia della pelle che circonda il glande. Viene praticata a scopo terapeutico o igienico o come rito di stampo religioso presso alcune civiltà (ebrei e musulmani).
Clamidia: microrganismo responsabile di malattie sessualmente trasmesse con uretriti ed epididimiti.
Climaterio: periodo della vita comune sia all’uomo che alla donna in cui a seguito di un’involuzione nella funzionalità delle ghiandole sessuali, si hanno nell’organismo delle modificazioni in senso riduttivo nella produzione di ormoni e dei meccanismi legati alla capacità riproduttiva.
Clitoride: organo erettile dell’apparato esterno sessuale della donna, situato a livello della parte anteriore e superiore della vulva nel punto di congiungimento delle piccole labbra. Ricco di termina- zioni nervose, è, dunque, sensibilissimo alle stimolazioni erotiche (orali, manuali, coitali).
Coito: atto sessuale in cui l’organo sessuale maschile viene introdotto in quello femminile. Culmina nell’orgasmo, il massimo delle soddisfazioni erotiche.
Coito interrotto: metodo contraccettivo che consiste nell’interruzione brusca e repentina del rapporto in prossimità dell’eiaculazione. Utilizzato come metodo anticoncezionale, non offre particolari garanzie in quanto é sempre possibile la fuoriuscita di qualche goccia di sperma sufficiente per la fecondazione.
Coito anale: l’atto sessuale che comporta la penetrazione del pene nell’ano del partner. Non essendo una zona naturalmente lubrificata è necessario provvedere in tal senso con l’impiego di sostanze lubrificanti; è inoltre fondamentale che il rapporto anche all’interno di una coppia fedele sia profilassato, in quanto i batteri presenti nel retto possono provocare l’insorgere di infiammazioni al pene che possono essere successivamente trasmesse al partner per altre vie (vaginale e/o orale); è inoltre una delle pratiche a più alto rischio di trasmissione del virus HIV.
Coito orale: pratica sessuale che consiste nella stimolazione dei genitali del partner attraverso la lingua e la bocca. Più precisamente si parla di fellatio quando è la donna a stimolare l’uomo e di cunnilingus in caso contrario. La stimolazione reciproca contemporanea è indicata, in gergo popolare, col termine allusivo di "69". In situazioni di salute non costituisce pratica igienicamente pericolosa.
Condilomi: infezione venerea comunemente conosciuta come “creste di gallo”, causata dal papilloma virus, caratterizzata da escrescenze carnose che si sviluppano al livello dei genitali e dell’ano.
Condom: sottile membrana elastica di lattice di gomma che, applicata sul pene prima del rapporto sessuale, previene il concepimento o le infezioni.
Corpi cavernosi: cilindri di tessuto erettile situati da ciascun lato e sul dorso del pene. Sono circondati dalla tunica albuginea e attraversati sulla loro superficie uretrale dal corpo spongioso del pene e sulla loro superficie dorsale dalla vena dorsale profonda del pene.
Corpo luteo: trasformazione che il follicolo ovario subisce dopo l’ovulazione.
Cunnilinctus, cunnilingus, cunnilinguo: stimolazione dei genitali femminili (specialmente clitoride e orifizio vaginale) tramite la bocca, la lingua o le labbra per provocare l’orgasmo. È l’equivalente della fellatio.
Cromosoma: microscopiche strutture in cui è organizzato il DNA degli organismi eucarioti, che contengono le informazioni necessarie alla trasmissione dei caratteri ereditari. L’Uomo ha 23 coppie di cromosomi, contenuti nel nucleo di ogni cellula, di cui 22 coppie sono cromosomi omologhi (cioè simili) detti autosomi ed una coppia di cromosomi diversi che sono i cromosomi sessuali; nell’ambito di ciascuna coppia, un elemento deriva dal padre e l'altro dalla madre. Cromosomi sessuali: cromosomi che determinano il sesso. Si presentano diversi, per numero e struttura, in individui di sesso diverso. La femmina ha due cromosomi identici di grandi dimensioni, chiamati X. Il maschio ha un cromosoma X e un cromosoma Y più piccolo.
D
Deflorazione: quadro su un rapporto sessuale atto mediante il quale il pene penetra per la prima volta nella vagina lacerando l’imene che ne chiude parzialmente l’accesso. Si tende a considerare ancora oggi la rottura dell’imene come segno della perdita della verginità.
Diaframma: dispositivo contraccettivo meccanico usato dalla donna. E’costituito da una membrana di gomma di forma rotonda o ovale che viene inserita nella vagina prima del rapporto sessuale per impedire il passaggio dello sperma nell’utero.
Disfunzione Erettile: incapacità del soggetto di sesso maschile a raggiungere e/o mantenere un’erezione sufficiente a ottenere un rapporto soddisfacente.
Disfunzioni orgasmiche: disturbi della sessualità maschile e femminile relativi all’orgasmo.
Disfunzioni sessuali: tutti quei disturbi che riguardano la sfera sessuale e che impediscono di avere un rapporto soddisfacente e pienamente appagante.
Dismenorrea: mestruazione particolarmente dolorosa con crampi addominali.
Dismenorrea: mestruazione dolorosa.
Dispareunìa: indica l’insorgenza di dolore durante il rapporto sessuale. Colpisce sia la donna che l’uomo. La dispareunìa è esterna quando si manifesta all’inizio della penetrazione; è profonda quando si manifesta dopo la penetrazione nel fondo della vagina.
Dispermìa: termine generico che si riferisce ad una qualche alterazione della qualità e/o quantità del liquido seminale.
E
Eccitazione sessuale: condizione mentale e fisica che prepara l’individuo alla attività sessuale. Può essere provocata da immagini, suoni, pensieri, contatti o odori e può essere messa in relazione con l’amore. L’eccitazione sessuale raggiunge il culmine nell’orgasmo.
Edonismo: ricerca del piacere in tutte le sue forme.
Effeminato: uomo con caratteristiche, tendenze ed atteggiamenti femminili.
Eiaculatio ante portam: termine non più in uso che indica tuttavia una eiaculazione che avviene prima dell’introduzione del pene in vagina.
Eiaculazione: è il riflesso associato di solito all’orgasmo maschile con la fuoriuscita dello sperma attraverso l’uretra. Oltre che nel rapporto sessuale completo, l’eiaculazione può avvenire per polluzione, per masturbazione, per giochi sessuali o per stimoli vari.
Eiaculazione precoce: definita più modernamente eiaculazione rapida (rapid ejaculation) Emissione di sperma prima o immediatamente dopo la penetrazione. Disfunzione sessuale molto comune.
Eiaculazione retrograda: disturbo dell’eiaculazione di origine organica o iatrogena (diabete, malattie neurologiche, alcuni farmaci), per cui il liquido seminale non viene espulso all’esterno, ma si riversa nella vescica invece che nell’uretra.
Eiaculazione ritardata: persistente o ricorrente ritardo, o assenza dell’orgasmo, dopo una normale fase di eccitazione sessuale nell’ambito di attività sessuale che il clinico, tenendo conto dell’età del soggetto, giudica adeguata per localizzazione, intensità e durata. ragazzo disperato
Epididimo: formazione anatomica a forma di cappuccio allungato sul margine posteriore e superiore del testicolo (didimo).
Erezione: processo fisiologico che, a seguito di aumento dell’afflusso sanguigno al pene, ne provoca un consistente aumento di dimensioni accompagnato da inturgidimento allo scopo di consentire l’atto sessuale.
Ermafroditismo: presenza in uno stesso individuo di entrambi i caratteri sessuali maschili e femminili.
Eros: termine greco che indica l’amore e il Dio Amore.
Erotismo: atteggiamento dell’individuo nei confronti della sessualità caratterizzato dall’insieme di istinti, passioni, desideri e ricerca del piacere.
Erotomania: esasperato desiderio sessuale caratterizzato da un erotismo patologico.
Estrogeno: ormone femminile prodotto prevalentemente dalle ovaie. Gli estrogeni espilicano un’importante funzione nello sviluppo delle caratteristiche fisiche della donna.
Eteroerotismo: tendenza erotica verso il sesso opposto.
F
Fallo: indica il pene nella sua posizione eretta.
Fecondazione: unione dello spermatozoo con l’ovulo femminile da cui ha origine un nuovo essere vivente.
Fecondazione: unione di un ovulo femminile e di uno spermatozoo maschile grazie alla quale si forma un embrione.
Fellatio: stimolazione orale dei genitali maschili.
Feromoni o ferormoni: sostanze chimiche che esercitano un forte richiamo sessuale per il loro odore caratteristico, secrete da ghiandole situate nei genitali o nella pelle, sia del maschio che della femmina.
Feticismo: deviazione sessuale per la quale l’eccitamento sessuale è determinato da un oggetto inanimato (feticcio), per lo più parti del corpo o un capo d’abbigliamento qualsiasi.
Fimosi: restringimento della pelle del prepuzio, tale da rendere dolorosa o impossibile la scopertura del glande e quindi il rapporto sessuale.
Fornicazione: termine desueto ad indicare un rapporto sessuale illecito riferito per lo più all’adulterio e all’incesto.
Frigidità: termine desueto, usato spesso in maniera dispregiativa, per indicare una mancanza di desiderio e piacere sessuale nella donna per lo più di origine psichica.
Frenulo: lembo cutaneo che salda il glande al prepuzio del pene.
Frotteurismo: parafilia atipica caratterizzata da impulso a toccare e a strofinarsi contro una persona non consenziente e totalmente vestita e da palpeggiamento di parti del corpo in luoghi affollati.
FSH (ormone follicolo-stimolante): ormone prodotto dall’ipofisi, in grado di promuovere la spermatogenesi nell’uomo e la maturazione del follicolo ovarico nella donna.
G
Gamete: cellula matura che partecipa alla riproduzione sessuale (spermatozoo = gamete maschile), (ovulo = gamete femminile).
Gay: sinonimo inglese di omosessuale.
Gene: unità fondamentale del sistema genetico d'ogni individuo con possibilità di indurre e dirigere sia caratteri somatici sia reazioni biochimiche sia psichiche.
Genitali: organi sessuali e riproduttivi.
Gerontofilia: attrazione sessuale morbosa per le persone anziane.
Ginecomania: amore esasperato per le donne.
Glande: parte terminale del pene, collegata al prepuzio per il tramite di un lembo di tessuto elastico detto frenulo. Sul glande si apre un orifizio che permette la fuoriuscita di urina e sperma.
Grandi labbra: pliche cutanee prominenti, allungate e arrotondate presenti su entrambi i lati della rima vulvare.
H
Herpes genitale: immagini di lesioni di herpes genitale malattia a trasmissione sessuale provocata dal virus Herpes simplex caratterizzata da vescichette sulle mucose genitali che danno origine a piccole piaghe dolorose.



I
Imene: membrana mucosa che limita l’accesso all’ostio vaginale.
Impotenza: termine desueto, usato spesso in maniera dispregiativa, per indicare un disturbo dell’erezione. Meglio usare il termine Disfunzione Erettile.
Incesto: rapporto sessuale tra un individuo e un parente stretto, proibito e condannato in quasi tutte le società.
Infertilità: incapacità maschile e femminile di procreare.
Infibulazione: pratica primitiva, tuttora praticata a scopo rituale in varie parti del mondo, che consiste nella sutura delle piccole e grandi labbra della vulva con gravi conseguenze sul piano psichico, fisico e sessuale della donna.
Inseminazione artificiale: meglio definita come PMA, ovvero Procreazione Medicalmente Assistita, si riferisce a una serie di metodiche volte a ottenere una fecondazione non attraverso vie non naturali.
Ipofisi: ghiandola endocrina posta sotto la base dell'encefalo.
Ipotalamo: parte dell'encefalo in cui ha sede importanti funzioni vegetative. È situato sulla base cranica in corrispondenza dell’ipofisi.
K
Kamasutra: dottrina (sutra) dell’amore (kama). Antico testo sanscrito dedicato a regole di condotta matrimoniale, divenuto famoso per la parte dedicata alle posizioni dell’amplesso e per i consigli sulle pratiche sessuali.
L
Lesbismo: omosessualità femminile.
Lesbica: donna omosessuale.
Leucorrea: secrezione biancastra degli organi sessuali femminili comunemente indice di infezione.
LH (ormone luteinizzante): ormone ipofisario che stimola l'ovulazione, mantiene la secrezione di progesterone da parte del corpo luteo e regola la secrezione di testosterone da parte delle cellule testicolari di Leydig.
Libido: termine latino che indica voglia e desiderio, si riferisce al desiderio sessuale. Definita anche da autori americani come sexual drive.
Lubrificazione: processo di secrezione dal pene e dalla vagina di liquido organico che agisce come lubrificante naturale per facilitare il rapporto sessuale. In generale di usa il termine Lubrificazione ad indicare anche la fase di eccitazione femminile.
M
Masochismo: parafilia o deviazione sessuale che comporta pratiche sessuali consistenti nel trarre piacere dal ricevere sofferenza (fisica e non solo psichica) e umiliazione dal partner.
Masturbazione: pratica sia maschile, sia femminile consistente nella sollecitazione manuale dell’organo sessuale al fine di ottenere piacere.
Menarca: indica la prima mestruazione.
Menopausa: cessazione dell’ovulazione e delle mestruazioni, secondaria a modificazioni dell’assetto ormonale dell’organismo femminile, che si manifesta nelle donne in età tra i 45 e i 55 anni.
Mestruazione: perdita ematica fisiologica periodica della donna in età feconda, non in gravidanza, causata dallo sfaldamento dell’endometrio e dalla sua espulsione.
N
Necrofilia: cartone: mostro con pala in mano perversione sessuale caratterizzata dal piacere prodotto dalla vista o dal contatto sessuale con un cadavere.
Ninfomania: deviazione sessuale femminile caratterizzata da una ricerca compulsiva di partner con cui avere rapporti sessuali.



O
Oligozoospermia: riduzione del numero degli spermatozoi nell’eiaculato
Omofobia: paura e avversione per l’omosessualità.
Omosessualità: tendenza a rivolgere attenzioni erotiche e sessuali verso persone del proprio sesso.
Orgasmo: sensazione fisico-emotiva che accompagna il culmine di un atto sessuale.
Ovaie: organo genitale interno femminile situato ai lati dell'utero collegato allo stesso. L'organo produce estrogeni, progesterone e ovuli e può interagire con gli ormoni ipofisari.
Ovulazione: il rilascio periodico di un ovulo maturo da parte di una delle ovaie
Ovulo: gamete femminile che può essere fecondato da quello maschile a fini riproduttivi
P
Pap_test: test di Papanicolau usato per l'individuazione precoce del cancro del collo uterino, o infezioni virali
Parafilia: indica la presenza di fantasie ricorrenti o atti comportanti attività sessuale con uso di oggetti inusuali, persone non consenzienti, minori o animali.
Pedofilia: attrazione sessuale morbosa che ha per oggetto i bambini.
Pene: organo esterno dell'apparato genito-urinario maschile.
Petting: indica pratiche erotiche masturbatorie reciproche che possono culminare nell’orgasmo ma in assenza di penetrazione.
Piccole labbra: sottili pliche cutanee situate internamente alle grandi labbra. Anteriormente formano, unendosi il cappuccio del clitoride e il frenulo.
Pornografia: trattazione e/o la raffigurazione di soggetti erotico-sessuali in maniera esplicita.
Prepuzio: lembo di pelle scorrevole che ricopre il glande nell’uomo. Nella donna, è il lembo cutaneo formato dalle piccola labbra che ricopre il clitoride.
Preservativo o profilattico: vedi condom.
Priapismo: erezione protratta e dolorosa. Può esitare in disfunzione erettile, motivo per cui bisogna ricorrere rapidamente alle cure specialistiche.
Prolattina: copertina del libro: 'Cosa succede nella pubertà' di Mariela Castro Espin ormone prodotto dall’ipofisi che alla fine della gravidanza determina la secrezione di latte da parte della ghiandola mammaria.
Prostata: ghiandola dell'apparato genitale maschile, situata nella cavità pelvica, subito al di sotto della vescica. La sua funzione principale è quella di produrre ed emettere il liquido seminale, uno dei costituenti dello sperma, che contiene gli elementi necessari a nutrire e veicolare gli spermatozoi.
Pubertà: lo stadio della vita in cui maschi e femmine diventano in grado di riprodursi.
R
Rete testis: insieme di strutture presenti a livello del testicolo, che si canalizzano per dare origine ai tubuli seminiferi e che convogliano gli spermatozoi nei dotti deferenti.
S
Sadismo: parafilia o deviazione sessuale che comporta pratiche sessuali consistenti nel trarre piacere dal provocare sofferenza (fisica e non solo psichica) e umiliazione nel partner.
Salpingi o Tube di Falloppio: condotto che si estende dall'estremo laterale di ciascun ovaio all'angolo superiore dell'utero. E’ proprio qui, nelle salpingi, che l’ovulo incontra lo spermatozoo e viene fecondato.
Scroto: sacco cutaneo che contiene i testicoli, diviso da un setto mediano in due parti, ciascuna delle quali contiene, oltre alla ghiandola genitale, le varie formazioni anatomiche annesse, col rivestimento della tunica vaginale.
Sepsi o setticemia: invasione nel sangue di microbi e delle loro tossine.
Sessuofobia: paura eccessiva nei confronti delle pratiche sessuali.
Sieropositivo: soggetto che ha sviluppato gli anticorpi HIV ma che non ha ancora manifestato l’AIDS.
Sifilide: malattia sessualmente trasmessa di cui è responsabile il Treponema pallidum.
Sodomia: pratica sessuale caratterizzata da penetrazione anale.
Sperma: sostanza organica liquida che costituisce veicolo degli elementi fecondanti maschili, emessa attraverso l’eiaculazione.
Spermicidi: sostanze lubrificanti in grado di distruggere gli spermatozoi a scopo contraccettivo, che possono essere applicati direttamente in vagina o rivestire i preservativi.
Spirale (IUD): dispositivo intrauterino che ha un meccanismo anticoncezionale di tipo biochimico (lievi flogosi dell'endometrio) e chimico (il rame immesso da tale dispositivo inibisce la capacità penetrativa dello spermatozoo nell'ovulo).
Sterilità: impossibilità maschile o femminile alla procreazione per cause organiche o iatrogene.
Stupro: rapporto sessuale imposto con violenza a una persona non consenziente.
T
Tabù: termine indicante un atto che per convenzione sociale viene considerato severamente proibito.
Testicolo: ciascuna delle ghiandole sessuali maschili contenute nello scroto, destinate alla produzione degli spermatozoi e degli ormoni sessuali maschili.
Testosterone: principale ormone maschile, dotato d’essenziale azione nello sviluppo dei caratteri sessuali e del sistema genitale. Partecipa al metabolismo ed è usato per la cura delle patologie genitali e ormonali.
Transessuale: individuo che presenta le caratteristiche fisiche di un sesso ma psicologicamente sente di appartenere all’altro sesso.
Treponema pallidum: microrganismo responsabile della sifilide (malattia contagiosa sistemica) sessualmente trasmessa.
Tricomonas: "protozoo flagellato" responsabile di molte infezioni dell'apparato genitourinario maschile e femminile; si può trasmettere anche sessualmente.
Tube: vedi salpingi.
U
Uretra: canale che collega la vescica urinaria con l’esterno permettendo il deflusso dell’urina. Nell’uomo al suo interno si aprono anche i dotti eiaculatori che riversano in uretra il liquido seminale. Nella donna il canale è più breve e sbocca nel vestibolo della vagina.
Utero: organo muscolare cavo piriforme situato nella piccola pelvi tra la vescica ed il retto. L’utero funge da sede d'impianto dell’ovulo fecondato e rende possibile lo sviluppo dell’embrione e del feto.
V
Vagina: organo copulatore femminile, costituito da un canale muscolo- membranoso a cavità virtuale allo stato di riposo, esteso dalla vulva all’utero.
Vaginismo: spasmo doloroso che durante il rapporto genera dolore o impedisce la penetrazione del pene in vagina.
Vaginite: infiammazione acuta o cronica della vagina. Verruca: piccolo rilievo circoscritto e duro della cute o delle mucose a struttura variabile di natura virale.
Vescichetta seminale: piccole cavità contenenti liquido seminale situate dietro e a ridosso della vescica. Svolgono una funzione secretoria producendo sostanze indispensabili alla maturazione ed alla sopravvivenza degli spermatozoi.
Voyeurismo: perversione sessuale caratterizzata dalla ricerca di piacere tramite l’atto dello spiare rapporti sessuali altrui.
Vulva: il complesso degli organi femminili esterni, costituito da quattro pliche cutanee (piccole e grandi labbra) combacianti sulla linea mediana e da alcuni organi erettili (clitoride e bulbi del vestibolo).
Z
Zone erogene: parti del corpo estremamente sensibili all’eccitamento sessuale.
Zoofilia: parafilia o deviazione sessuale che consiste nella ricerca del piacere attraverso stimolazioni e rapporti sessuali con animali.

Se vuoi contattare un altro operatore clicca su "altri": verrai indirizzato all'elenco degli operatori del Centro

chiedi aiuto se hai un dubbio sull'AIDS