L'Associazione | Il Consultorio | Spazio Giovani | Chi siamo | Mappa sito

collegamento a facebook
logo del centro george sand

::::> sei in ... Spazio Giovani > Il mio corpo > Il cibo

contattaci psicologa, ginecologa, altri

Spazio Giovani

FAQ

IL CIBO

donna con vari tipi di cibo

Il cibo è, fin dalla nascita, uno dei principali mediatori nella nostra relazione con il mondo.
l’atto del nutrire e dell’alimentarsi non è la semplice soddisfazione del bisogno biologico; è da subito un atto sociale e di comunicazione, un atto relazionale carico di informazioni, di significati e di emozioni.
E’ la materia prima necessaria per il funzionamento del nostro corpo, ma è anche il mezzo attraverso il quale percepiamo il mondo e le sue sfumature , gli aromi e i sapori.
Ma a questa relazione diretta con il cibo noi diamo anche un significato, cioè gli attribuiamo valore simbolico espressivo di noi stessi:diciamo, infatti, che il cibo rende persone perché il nutrirsi e nutrire è fondamentale per la costruzione della soggettività, del senso del sé. Insomma… siamo quello che mangiamo.
Una corretta alimentazione è fondamentale per riuscire ad avere una buona qualità di vita. La salute, infatti, si conquista e si conserva soprattutto a tavola, imparando sin da bambini le regole del mangiare sano.
Nella vita delle ragazze e dei ragazzi si po’ considerare il cibo sotto diversi aspetti:
1. il valore nutritivo;
2. l’universo del gusto e delle sensazioni ed il significato soggettivo;
3. le sue deformazioni, espressive della propria rappresentazione, anche inconscia, di sé in relazione con l’altro.

Naturalmente questi tre aspetti, pur dotati di una certa stabilità, sono soggetti ad un andamento nel tempo, ad una storia evolutiva che li rende in parte diversi nelle diverse fasi della vita di una persona.
Lo sviluppo fisico proprio della pubertà chiaramente incide moltissimo sul rapporto che la ragazza e il ragazzo hanno con l’alimentarsi, atto necessario per questo sviluppo che li porta a diventare uomini e donne. Crescere, svilupparsi, cambiare anche nell’aspetto fisico sono eventi non neutri, che suscitano preoccupazioni e desideri difficili da gestire che possono, oggi più che in passato, esprimersi anche in relazione alla propria corporeità.

Chi rischia un problema alimentare? piatto con coltello e forchetta
Si è a rischio quanto più:
• si saltano i pasti
• si è ossessionati dalle calorie
• si è sempre a dieta nonostante non se ne abbia bisogno
• non si ha fiducia in se stessi
• si ricorre alle diete fai da te
• non ci si stima
• si tende ad essere eccessivamente perfezionisti
• si tende a vedere le cose (tutto bianco/tutto nero) senza conoscere le mezze misure
• ci si chiude in se stessi e non si chiede aiuto s
• i tende ad attribuire importanza eccessiva al peso ed alla forma del proprio corpo.
Quando sono presenti tre o più di questi aspetti e si decide di iniziare una dieta restrittiva, occorre stare attenti a non trasformare la dieta nell’unico mezzo che abbiamo per stare bene con noi stessi e con gli altri.

Se vuoi contattare un altro operatore clicca su "altri": verrai indirizzato all'elenco degli operatori del Centro

prenota qui la tua visita
chiedi aiuto se hai un dubbio sull'AIDS