L'Associazione | Il Consultorio | Spazio Giovani | Chi siamo | Mappa sito

collegamento a facebook
logo del centro george sand

::::> sei in ... Home > Ritmo, ritmo, ritmo... Giochiamo con la musica

contattaci psicologa, ginecologa, altri

Spazio Giovani

FAQ

Ritmo, ritmo, ritmo...
Giochiamo con la musica

di Valeria Nobile,
psicologa del Consultorio familiare "Centro Donna George Sand".
pubblicato il 20/03/14

bambini e note musicali
Il ballo e la musica costituiscono un elemento di importanza rilevante nella vita di tutti i giorni. Le canzoni sono un’ottima opportunità per allenare il ritmo, la memoria e la coordinazione. Numerose ricerche hanno dimostrato l’importanza della musica nell’evoluzione del bambino, in particolare sullo sviluppo del cervello; in base ai dati emersi, gli studiosi affermano che i bambini che ricevono un’educazione musicale precoce hanno migliori capacità motorie, posseggono un’abilità matematica più elevata ed imparano a leggere con più facilità. La musica non solo migliora le prestazioni, ma modifica la struttura stessa del cervello. disegno di 2 bambini
E allora quale musica far ascoltare ai nostri piccoli? Qualunque genere musicale; l’importante è evitare i volumi assordanti o suoni eccessivamente stridenti che possono risultare angoscianti; inoltre è bene che la melodia proposta piaccia anche ai genitori. E’ importante, che il bambino avverta che quel particolare suono procura piacere a mamma e papà, in questo modo non tarderà ad imitarvi nell’ascoltare con gioia e perché no, anche a ballare con voi in cucina mentre preparate il pranzo!
Non abbiate timore di apparire goffi o impacciati non ci sono giudici o classifiche! divertitevi a cantare con i vostri figli; ballate con loro; giocate con pentole, coperchi e cucchiai di legno; improvvisate filastrocche o giocate a riprodurre con la voce i suoni più strani, i vostri bambini ne trarranno giovamento! Impareranno che è bello essere spontanei, incrementerete in loro la creatività, la fantasia e la gioia di condividere con i propri genitori qualcosa di divertente!!!
Ed ora una curiosità: lo sapevi che... Esiste un “Effetto Mozart”: è stato ampiamente dimostrato che le musiche di Vivaldi ma soprattutto di Mozart calmano e rilassano il bambino, stimolano nuove connessioni di neuroni nel cervello riuscendo a sviluppare sia l’emisfero destro che quello sinistro, integrandone le funzioni. Ecco alcuni brani consigliati:
Nei primi 18 mesi:
Sinfonia n. 25 in sol minore (K183), Andante;
Quartetto per archi in re maggiore (K499), Adagio.
Dopo i 18 mesi:
Eine kleine Nachtmusik (K 525), Rondò;
Variazioni del tema “ah! Vous diras-je, Mamas” (K265).

Se vuoi contattare un altro operatore clicca su "altri": verrai indirizzato all'elenco degli operatori del Centro

chiedi aiuto se hai un dubbio sull'AIDS