L'Associazione | Il Consultorio | Spazio Giovani | Chi siamo | Mappa sito

collegamento a facebook
logo del centro george sand

::::> sei in ... Home > Cambiamenti emotivi e mentali negli adolescenti

contattaci psicologa, ginecologa, altri

Spazio Giovani

FAQ

Cambiamenti emotivi e mentali negli adolescenti

Carmela Avenia,
psicologa del "Centro Donna George Sand".
pubblicato il 31/03/14

genitori e figlio

L’adolescenza è un periodo molto delicato nella vita di un individuo perché questa è una fase di transizione tra il non essere più bambino e per questo cercare, anche contrapponendosi con atteggiamenti di ribellione alla famiglia, di far valere la propria personalità e la propria indipendenza, e la ricerca costante del sostegno e della comprensione famigliare, vivendo quindi nel contempo sentimenti contradditori che a volte non capisce.
Oltre a questo mix di emozioni e di percezioni si associano anche i cambiamenti fisici, che fanno percepire al giovane che sta cambiando, e tutte le pressioni sociali che accompagnano la ricerca di una identità di persona adulta. A volte come risposta a tutti questi stress psicologici imposti da tanti cambiamenti si possono manifestare improvvisi e bruschi sbalzi d'umore legati a insicurezza emotiva.
Il sistema più frequentemente adottato per affrontare l'insicurezza è quello di rivolgersi al gruppo di coetanei. Confrontarsi con il gruppo di pari e condividendo con loro gli stessi problemi e le stesse ansie, l'adolescente rafforza ed estende le proprie relazioni sociali, acquista più percezione del suo sé e sperimenta nuovi modelli comportamentali perché l’adolescenza, oltre alla crescita corporea, è contrassegnata dalla definizione dell’identità. Il ragazzo abbandona lentamente il concetto di sé costruito sull’opinione dei genitori per sostituirlo ad una considerazione di sé derivata dai giudizi dei coetanei, per la quale sono di fondamentale importanza l’aspetto fisico, l’attrazione sessuale, l’intelligenza. L’adolescente può sentirsi valutato negativamente in alcuni di questi settori e ciò comporta inevitabilmente ansia, frustrazione o l’atteggiarsi in modo compensativo, nel tentativo di primeggiare in ambiti in cui si è considerati poco abili. L’acquisizione di una propria identità è un processo che dura anni e si costruisce attraverso la sperimentazione e l’identificazione. La sperimentazione consente di provare a recitare una molteplicità di parti, a immedesimarsi in differenti ruoli. Contemporaneamente, avendo la possibilità di conoscere tante persone, l’adolescente ha la possibilità di osservarle, esserne affascinato, provare a imitarle. Attraverso le sperimentazioni e le identificazioni l’adolescente si riconosce come separato dagli altri e, confrontandosi con l’immagine che gli altri gli rimandano, si confronta con le proprie abilità ed i propri limiti e parte da questa consapevolezza per affermare la propria personalità.

Se vuoi contattare un altro operatore clicca su "altri": verrai indirizzato all'elenco degli operatori del Centro

prenota qui la tua visita
chiedi aiuto se hai un dubbio sull'AIDS